di quella sera che ti stringevo così forte che mi venne dolore all’ossicino del polso tipo tendinite e non sapevo se guardare il telefilm o te e nel dubbio mi misi in obliquo per vedere tutteddue.

Le unghie dei piedi spittate color rosa unghie di bambino color unghie. Me l’ero dipinte quel giorno che dovevi venire a vedermi i piedi e avevi detto che sonofissatocoipiedi e m’ero guardata le unghie spittate color rosa unghie di bambino color unghie e pensai madonna le debbo pittare subito. le copro perché non veda che io la notte mi dondolo quando non riesco a dormire e mangio i taralli nel letto così mi faccio lo scrub colle briciole e perdo i calzini e una volta ho avuto paura di andare a scuola colle ciabatte per colpa del racconto di mia madre che era andata a scuola colle ciabatte. Le unghie dei piedi spittate madonna le pittai subito pensai che tanto non l’avrebbe mai viste spittate non l’avrei mai chiamato per nome e però non mi veniva in mente nessun nome da inventare volevo dire il suo nome e lo dissi che strano che fu. mi dissero che strano che lo chiami per nome lo chiami spittato color rosa unghie di bambino color nome. hioTanto a me non me ne fregava niente di nessuno non c’avevo niente da perdere perché tutti facevano schifo avevano fatto schifo quelli coi nomi propri poi m’avevano proprio fatto male. i maschi di meno, dei maschi potevo fare a meno, le femmine di più quelle coi nomi propri quelle che si sposavano senza di me che mi dicevano mi sposo e tu non vieni o mi dicevano fai schifo e io dicevo sì faccio schifo e poi no, non faccio schifo forse non ci siamo capite forse ci siamo stancate ma io non faccio schifo e forse manco tu e forse tu puoi fare a meno di me come io dei maschi a volte. i maschi quelli coi nomi inventati quelli nella mente quelli che io davo cento e loro a galleggiare appoggiati al salvagente del mio cento e madonna come l’ho gonfiato fortissimo quel salvagente perché non cadessero madonna come l’ho gonfiato fortissimo quell’ego. nel pagliaio poi ci stava l’uomo col nome proprio e dissi madonna debbo pittare le unghie spittate così che non possa vedermi esanime provare a sgonfiare tutti i salvagenti che avevo gonfiato e per questo mò quando faccio le scale a piedi c’ho il fiatone e per questo quando m’ha visto le unghie spittate era finita l’estate avevo smesso di sgonfiare avevo spinto giù dal salvagente tutti quei brutti ceffi che vi s’eran appoggiati e fa niente se affogate scusate ma io non posso mica fare la bagnina vostra e poi troppo tempo in acqua mi vengono le dita della strega tutte aggrinzite anche se io dico aggrenzite ma me lo dava errore.